Enit ed Expo 2015 creano il registro digitale delle strutture ricettive


expo_2015_logo1Nasce con l’obiettivo di rilanciare il turismo italiano in ottica hi-tech, il registro digitale delle strutture ricettive. Nasce nell’ambito dell’Expo 2015 e in accordo con Enit, l’Agenzia nazionale per il turismo. Sarà proprio Enit, anzi, a sviluppare il registro, a crearlo materialmente sulla base dei criteri e degli standard internazionali in ambito turistico.

L’iniziativa verrà inserita tra le attività dell’Agenda Digitale, ma anche in quello che è stato definito “ecosistema digitale E015“, affiancandosi a una serie di altre iniziative promosse dalla Regione Lombardia e dalla Camera di Commercio di Milano. Di come sarà strutturato il registro digitale, spiegano dall’Enit su Corriere.it:

Il registro offrirà agli operatori turistici, anche più piccoli, la possibilità di pubblicare una descrizione della loto offerta con riferimenti ai siti web di riferimento: si stratta di un catalogo virtuale , in aggiornamento e personalizzabile, che consentirà agli operatori di essere presenti sul mercato online e rafforzarsi nel rapporto con i grandi intermediari […] Sarà dunque strumento efficace di promozione per un soggiorno che possa andare oltre Expo e verso destinazioni su tutto il territorio nazionale.

A margine dell’annuncio, Enit ed Expo 2015 hanno diffuso alcuni dati relativi al settore del turismo in Italia, correlati al Web. Ne emerge che il 46% dell’e-commerce – un valore superiore ai 5 miliardi di euro annui -, è turismo online. La voce più rilevante in assoluto.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave