Wetherell: “Se Google Reader mi fosse venuto in mente oggi, l’avrei creato da solo”


readerGoogle Reader ha ufficialmente chiuso i battenti. Niente più notizie, niente più aggiornamenti. E la corsa ai sostituti, in queste ore, è stata frenetica.

Come spesso avviene, però, dietro alla chiusura – apparentemente inaspettata – di un prodotto, si cela una storia. Come quella di Chris Wetherell. L’ideatore di GReader, intervistato da Forbes. Il suo ‘attacco’ è significativo, circa l’aria che tira da quelle parti, a Mountain View, oggi come oggi:

“Se l’idea di Google Reader mi fosse venuta oggi, l’avrei creato mettendomi in proprio e non affidando la leadership del progetto a Google”.

Stona un po’ con l’atmosfera di collaborazione e crescita che, giurano, si respira nelle stanze di Google. Le cose sembrano andare al contrario.

“Se avete una grande idea, potrebbe essere più facile lasciare la società e svilupparla. Potrebbe essere meglio. Ma non ne sono sicuro. Ma non mi meraviglierei se qualcuno si sentisse di lasciare Google per creare una sua idea, piuttosto che affidarla all’azienda. Non importa quante persone la utilizzeranno dopo. So solamente che ci sono delle preoccupazioni in questo senso”.

La chiusura di Google Reader, agli occhi di molti visto come un prodotto di successo, potrebbe davvero scoraggiare la creazione di nuovi progetti a Mountain View? È corretto parlare di lavoratori “spaventati” nello sviluppare idee che, per quanto buone e in grado di dare vita a offerte di successo, possano essere chiuse da un momento all’altro? Wetherell ha lasciato Google. E la sua idea, letta da fuori, appare come quella di un dipendente scaricato e scontento.

“Avessi la leadership in Google, sarei preoccupato di come persone non si sentano più libere di creare idee grandi, come avveniva prima. Su Google Reader, per esempio, i numeri erano ancora in aumento”.

Che la lotta per affermare Google+ all’esterno e internamente, con un ruolo centrale nell’ecosistema Google, abbia mutato le priorità di Page &Co? Probabile. Ma nel frattempo progetti come i Google Glass, il “Project Loon” o Google Fiber dicono che, no, a Mountain View lo spirito innovativo non si è esaurito. Anche senza GReader.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave