Startup: nasce a Roma l’incubatore “Luiss ed Enlabs”


EnlabsÈ “Luiss ed Enlabs” il nome del nuovo incubatore nato ieri a Roma e che avrà il compito di individuare e promuovere progetti di startup e aziende innovative.

L’iniziativa nasce dall’accordo raggiunto tra l’Università Luiss e, appunto, Enlabs. Quest’ultimo è uno dei marchi più noti in Italia tra gli incubatori d’impresa. C’è anche la collaborazione di Wind, da segnalare.

“Le startup hanno un impatto diretto sulla crescita economica contribuendo a generare Pil e occupazione”. Oppure: “Negli Stati Uniti il 40% del Pil è stato generato da imprese nate negli ultimi 30 anni”. Parole, queste, di Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, presente all’inaugurazione del progetto “Luiss ed Enlabs”, descritto come “un luogo di opportunità, di voglia di futuro, di ottimismo dove il talento dei giovani meritevoli potrà esprimersi al meglio”.

All’incubatore potranno accedere tutte le startup.

La sede fisica è sopra alla Stazione Termini di Roma, all’interno di un salone di 1.500 metri quadrati e dove potranno essere ospitati fino a 120 lavoratori. Già definito il programma che “Luiss ed Enlabs” seguirà in questi primi mesi: selezione delle migliori idee, per le stesse poi un periodo di accelerazione e incubazione di sei mesi. Durante il quale sarà possibile sfruttare le postazioni di lavoro, accedere a corsi di imprenditoria, contare sull’assistenza di esperti. Oltre, ovviamente, ad un investimento finanziario al quale corrisponderà l’acquisto di partecipazioni.

Alla presentazione hanno partecipato anche Emma Mercegaglia, presidente della Luiss, e Pier Luigi Celli, direttore generale del nuovo incubatore. “Il modello – ha dichiarato quest’ultimo – ha potenzialità enormi Il modello, poiché è dall’intreccio di saperi e dalla condivisione delle esperienze che si individuano le strade non ancora percorse e, in definitiva, si produce innovazione di successo”.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave