Parliamo di Startup: Cittànet


Secondo appuntamento con “Parliamo di Startup” su Giorgiotave.it. Riparte, dunque, la nostra rubrica dedicata alle Startup italiane. Ai giovani, alle nuove idee, alle aziende innovative.

Oggi sotto i riflettori i creatori di .net e del progetto “Cittànet“. Da loro definito un “franchising nel settore dell’editoria”. Di che si tratta? Scopriamolo insieme.

Cittànet

Di cosa si occupa la vostra startup?

La nostra è un’agenzia che opera nei settori del marketing, della comunicazione e dell’editoria sia cartacea sia digitale. Il progetto preso in esame, denominato cittanet, è un franchising nel settore dell’editoria. L’idea è quella di creare di un network di portali di informazione locale. Ogni portale è dedicato esclusivamente ad una singola città (o in alcuni casi ad un gruppo di piccoli comuni), e contiene tutte le informazioni relative al luogo in esame e nello specifico:

 

  • News aggiornate quotidianamente (cronaca, politica, sport ecc)
  • Focus ed approfondimenti sulla storia, sulla cultura, le tradizioni e le usanze locali
  •  Gallerie fotografiche contenenti sia foto storiche sia attuali della città
  • Agenda eventi con gli appuntamenti di feste, eventi ecc
  • Rubriche un contenitore riservato agli utenti del sito a cui piace scrivere; un luogo in cui dare ad ognuno di loro uno spazio per trattare di un tema che li appassiona
  • Vetrine .net una sorta di elenco telefonico online in cui trovare informazioni sulle attività commerciali locali

 

Alla parte editoriale si affianca la parte commerciale che permette ai nostri affiliati di monetizzare le visite che il sito riceve tramite la vendita di spazi pubblicitari sul proprio portale (o su quello degli altri)

Ai nostri affiliati viene fornito un portale vuoto gestito tramite un CMS proprietario sviluppato nel corso degli anni grazie alle competenze giornalistiche dei collaboratori che hanno creduto in questo progetto, il know how, la formazione e il supporto della sede centrale per poter operare subito ed ottenere dei risultati nel minor tempo possibile.

Com’è nata l’idea?

Nel lontano 2001 Antonio Cilli (Direttore Editoriale) crea www.sansalvo.net, il portale della città di San Salvo, capostipite dei 18 portali che attualmente fanno parte del nostro network. Con il passare degli anni e con la sempre maggiore diffusione di internet, nasce nel 2005 www.histonium.net il portale della vicina città di Vasto gestito dal Direttore Responsabile Michele Tana. Nell’anno 2009 Francesco Spina (webmaster) ed Antonio Cilli si incontrano ed iniziano a collaborare effettuano un primo restyling dei due portali esistenti. Con il proseguire della loro amicizia e collaborazione, nel 2010 Francesco Bottone, con la collaborazione di Maurizio D’Ottavio, chiede la realizzazione di un nuovo portale nella regione Molise, cosi www.altomolise.net diventa il terzo portale attivo. Nel corso dell’anno 2011 prende corpo l’idea di creare cittanet, il network che oggi conta 18 portali attivi sul territorio, presenti in 5 regioni: Abruzzo, Molise, Puglia , Sardegna e Toscana.

Da chi è composto il team e com’è organizzato quotidianamente il lavoro?

La società che gestisce il network è .net, i cui due soci sono Francesco Spina ed Antonio Cilli che gestiscono il portale www.sansalvo.net, gli altri portali sono gestiti con la formula del franchising ed oguno di essi ha una redazione locale che si occupa del reperimento e dell’inserimento delle news e della parte commerciale. Dalla sede centrale di San Salvo, ogni affiliato riceve supporto tecnico, amministrativo ed operativo per l’utilizzo del software e la gestione degli spazi pubblicitari.

Come avete finanziato (o finanzierete) l’idea e il progetto?

Il progetto nasce in un “garage” grazie alle competenze ed alla passione per questo lavoro messe in campo dalla squadra iniziale ed è stato completamente finanziato con capitale proprio; oggi la maggior parte degli utili ricavati dai contratti pubblicitari vengono reinvestiti in acquisto computer, attrezzature, server, campagne pubblicitarie, software e tutto quanto necessario allo svolgimento dell’attività.

Quali difficoltà avete incontrato nel creare la vostra startup?

La difficoltà iniziale è stata prevalentemente di natura economica, forse anche legata all’assenza o inefficacia nel nostro Paese di un accompagnamento creditizio (pubblico o privato) alle aziende.

Qual è l’obiettivo del progetto?

L’obiettivo del nostro progetto è quello di espandere la nostra rete fino a farla diventare di livello nazionale con il fine di ottenere 3 risultati principali:

  • dare la possibilità ai giovani, e a ai meno giovani , con voglia di mettersi in discussione, di avviare una propria attività senza dover sostenere di costi di startup eccessivi, ricevendo aiuto e know how iniziali e supporto per tutta la durata della collaborazione
  • dare voce dal punto di vista editoriale a tante piccole realtà locali che oggi non trovano spazio sulle testate né regionali né tantomeno nazionali
  • aiutare tante piccole realtà commerciali locali ad entrare nel mercato del marketing digitale, affrontando dei costi sostenibili, un mercato che spesso non conoscono e non utilizzano

Da giovani imprenditori, credete nell’Italia?

Non possiamo non notare che nel nostro Paese vi sono, per i giovani imprenditori, importanti difficoltà derivanti sia dalla congiuntura economica sia dalla situazione politico amministrativa ed in particolare dalla burocrazia e dalla eccessiva pressione fiscale. Auspichiamo dei provvedimenti che possano semplificare la creazione di nuove imprese e garantire loro una durata più lunga (ad esempio la completa esenzione fiscali per le nuove aziende nei primi 5 anni di attività) dato che molte di esse muoiono nei primi anni di vita.

 

In ogni caso l’Italia è il nostro Paese, un Paese che ha numerose risorse ambientali, culturali, storico-artistiche che ne farebbero un luogo ideale per lo sviluppo della creatività, ci auguriamo di poter cogliere appieno e sfruttare al meglio tutte queste potenzialità.

Infine:

Un ringraziamento particolare va a quanti quotidianamente fanno vivere il nostro network, a tutte le redazioni locali dei nostri portali, senza le quali questa idea non potrebbe avere gambe su cui camminare.

Sei il fondatore di una Startup in Italia? Hai un’idea vincente di cui parlare?

Se il tuo progetto è attivo da meno di due anni e vuoi parlarne, fai una segnalazione alla redazione di Giorgiotave.it e la prenderemo in considerazione per un’intervista da pubblicare all’interno del GT Magazine. COMPILA IL FORM su Giorgiotave.it.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave