Twitter: le foto sono dell’autore, nessun consenso in automatico con la condivisione


fotoreporterAltra sentenza, stavolta dagli USA. Un po’ meno vicina alla nostra realtà, a quanto visto nei giorni scorsi, ma comunque interessante per capire come la legge si muove attorno al Web.

Twitter al centro dell’attenzione. E il signor Daniel Morel, che nel periodo del terremoto di Haiti documentò l’accaduto con alcune fotografie postate proprio sul social network. Quelle stesse foto sono state poi riprese e pubblicate, senza chiedere a lui alcuna autorizzazione, in tutto il mondo: testate giornalistiche e agenzie di stampa, da ogni parte del globo, hanno fatto proprie quelle immagini.

Foto prelevate dal profilo e postate senza autorizzazione. Ma non funziona così
 Il Web è libero, ma è giusto che sia regolamentato.

Non funziona così, però. Almeno stando alla sentenza del giudice Nathan, che ha riconosciuto il danno nei confronti dell’autore di quelle fotografie. Nessuno può appropriarsi dei contenuti postati da un utente e utilizzarli senza un’autorizzazione. È scritto anche nella regolamentazione di Twitter. Quindi quelle foto erano e rimanevano di Morel. Il Web è libero, ma è giusto che sia regolamentato.

Pubblicare e condividere su Twitter, non vuol dire fornire la propria autorizzazione a giornali e agenzie di stampa. Anche questo è specificato.

Storia, questa, che tra le altre cose ricorda il caso Instagram: col cambio della policy, l’autore dello scatto perdeva ogni diritto sullo stesso. E l’azienda avrebbe potuto utilizzare quelle fotografie per fini di natura commerciale.

Ora il fotografo dovrà superare un ulteriore scoglio. È in causa con Getty Images e France Press. Circuiti esterni rispetto a quelli a cui lui aveva venduto, con regolare contratto, quelle immagini. In esclusiva mondiale. Esclusiva che poi è caduta, perdendosi tra i retweet, condivisioni e utenti che hanno utilizzato per fini commerciali quelle immagini. In barba alle regole.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave