Un elettrocardiogramma low-cost, tramite il cellulare


Un elettrocardiogramma portatile. Che si attiva sfruttando la tecnologia Bluetooth e che funziona attraverso un cellulare.

È una delle idee giunte in finale al Google Science Fair 2012 e arriva da una ragazza di appena 17 anni. Catherine Wong da Morristown. Stati Uniti.

La tecnologia creata da questa ragazza, fa sì che attraverso il Bluetooth sia possibile effettuare un’analisi di natura cardiaca. Il cellulare, dunque, mette alla prova il cuore, trasformando in ‘automatica’ e quasi personale un’operazione che oggi viene effettuata ogni giorno in milioni di ospedali in tutto il mondo.

“Lo scopo di questo progetto è quello di creare un prototipo di elettrocardiogramma Bluetooth, in grado di trasmettere una immagine EKG, utilizzando un cellulare. La costruzione del dispositivo ha previsto l’utilizzo di due componenti separati: un trasmettitore Bluetooth senza fili, con un microprocessore programmato per leggere l’output EKG per la visualizzazione sul telefono cellulare, e circuiti di amplificazione per estendere l’attività elettrica cardiaca. Gli ultimi cellulari dotati della tecnologia wireless sono compatibili con i prototipi EKG e hanno dimostrato con successo la fattibilità del concetto di trasmissione remota cardiaca ECG su reti cellulari”, si legge nell’introduzione alla creazione della ragazza americana.

Questo progetto, dunque, “fornisce un’alternativa ai metodi tradizionali di EKG”. E ancora: “Si tratta di una tecnologia che supera le metodologie standard, costose e non facilmente reperibili dalla popolazione”, sostiene Elizabeth Nabel, presidente del Brigham and Women’s and Faulkner Hospitals.

La creatrice del progetto, la giovanissima Catherine Wong, ha di recente dichiarato: “ho intenzione di andare avanti su questo progetto, rendendolo più economico e durevole”.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave