5 Pesci d’Aprile diffusi ieri sul Web


Ieri si sono incontrate e sovrapposte la classica giornata di “Pasquetta” e l’1 Aprile, la giornata del celebre “Pesce d’Aprile”.

È ormai tradizione che i giganti mondiali del web diffondano notizie e filmati riguardanti progetti e novità bizzarre. Ieri se ne sono visti alcuni davvero curiosi.

Google Nose

A Mountain View tirano fuori sempre le idee più originali. Google Nose è una di queste.

“Annusare per credere”. Oppure: “immagini, descrizioni e aromi sono abbinati accuratamente nelle schede del Knowledge Graph”. E ancora: “il Google Aromabase contiene oltre 15 milioni di scentibyte”. La ricerca che passa attraverso l’olfatto: “Google Olezzo sfrutta tecnologie nuove ed esistenti per offrire l’esperienza olfattiva più intensa che sia oggi disponibile”.

Twitter, basta vocali

Twitter dice basta alle vocali. Per risparmiare sui caratteri, che già erano pochi.

Una pagina ha spiegato la (finta) novità, https://discover.twitter.com/twttr/. Un post sul blog della società l’ha introdotta. E le vocali, se le volete, dovete pagarle cinque dollari al mese.

YouTube: solo una grande gara

YouTube non è la piattaforma di video-sharing che tutti credevate. Altro non era, invece, che un modo per scoprire il miglior filmato pubblicato sul web, con tanto di commissione ad analizzarli tutti.

Il microonde touchscreen di Nokia

Microonde-Nokia

L’azienda finlandese si è divertita pubblicando notizie circa un presunto microonde, dotato di display touch con 25 livelli per cucinare i cibi e dispositivi di eye tracking per gestirne la cottura grazie allo sguardo. Occhio anche alle due versioni: una mini e l’altra da 10 pollici.

Google e il Levity Algorithm

Un buon metodo per aggiungere un tono divertente a e-mail e presentazioni aziendali, sfruttando Google Apps?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su NEWS Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave